Home » Scuola e Comunicazione » Avreste incoraggiato Jovanotti?

Avreste incoraggiato Jovanotti?

Avreste incoraggiato Jovanotti? - Didattica & Comunicazione

Può piacere o no, (a me piace) ma non si può contestare il fatto che Jovanotti sia un cantante di successo.

Eppure ha alcuni difetti di pronuncia, non è propriamente intonato, ha ben poche delle caratteristiche che siamo abituati a considerare proprie del “cantante”.

Se foste stati i suoi insegnanti di musica, avreste incoraggiato Jovanotti?

O, più probabilmente, sarebbe stato uno di quelli a cui si suggeriva di “cantare muovendo solo la bocca”, senza emettere suoni, per non rovinare l’armonia del coro?

OK, forse incoraggiarlo è chiedere troppo.

Ma sareste stati almeno in grado di non demolire il suo sogno?

L’aneddotica è piena di racconti di personaggi geniali che, in quella specifica materia, hanno avuto difficoltà scolastiche: Einstein non era particolarmente bravo in matematica.

Qualcuno è riuscito a sovvertire i risultati scolastici, ma quanti si sono fatti condizionare e hanno rinunciato?

È dovere degli insegnanti valutare i risultati, ma questo può essere fatto (ed è anche meglio!) senza distruggere i sogni!