Home » Progetti » Padronanza personale: cos’è?

Padronanza personale: cos’è?

Padronanza personale: cos’è? - Didattica & Comunicazione

Inizia il percorso di scoperta delle cinque discipline. Luglio 2013 è il mese dedicato alla padronanza personale

Per me non è facile dare una chiara definizione di padronanza personale: leggendo diversi testi o commenti sull’argomento, primo tra tutti ovviamente il libro di Senge, vi ho trovato, in riferimento alla padronanza personale, molte “cose”, pratiche, concetti che in vari momenti della mia vita avevo conosciuto o sperimentato chiamandoli con altri vocaboli.

Questo è uno degli aspetti più complicati, ma anche più affascinanti. Complicati perché è molto frequente l’uso di vocaboli diversi per descrivere cose simili, o concetti affini, in questo “mondo” sempre più emergente e dilagante di ricerca dell’essere umano di “qualcosa” che gli permetta di migliorare la sua umanità. Affascinante perché chi sta percorrendo una qualunque strada affine a quella della padronanza personale sente i concetti “risuonare” dentro di sé, come se già li avesse incontrati altrove: un po’ come quando si incontra un viso noto, ma non sappiamo chi sia o dove e quando l’abbiamo già incontrato.

Una domanda che mi viene posta spesso quando parlo di padronanza personale è “se contiene elementi già incontrati o conosciuti tramite altre strade, perché ti interessa? Che valore ha per te?”

Ci sono, fondamentalmente, tre elementi che mi invitano verso la padronanza personale:

  • la combinazione tra questa e le altre discipline: ciascuna può essere approfondita da sola, ma il mix è dirompente
  • il fatto stesso che contenga anche tanti spunti conosciuti (non smettete mica di ascoltare musica perché conoscete le sette note fondamentali, e sicuramente ascoltate più volte, anche in esecuzioni diverse, i brani che vi piacciono di più)
  • la reazione che è stata messa in evidenza tra la padronanza personale e il mondo professionale: fattore abbastanza unico in quanto, soprattutto nelle aziende, tutto quanto attiene al sé viene spesso vissuto come fuorviante rispetto al “successo”

Padronanza personalesignifica affrontare la propria vita come un lavoro creativo, vivere la vita da un punto di vista creativo in contrapposizione a un punto di vista reattivo

Nella padronanza personale troviamo quindi la proattività, la creatività, la consapevolezza di se stessi (chi siamo = identità e dove vogliamo arrivare = visione), ma anche quell’intuito imputabile al pieno accesso e utilizzo dei due emisferi cerebrali e, non ultimo, la spiritualità.

Un po’ meno evidente, tra le righe, chi parla di padronanza personale parla anche di qualità di vita, gestione dello stress, ascolto, empatia, rispetto per se stessi, per gli altri individui e per l’’ambiente, parla di responsabilità, di assenza di giudizio … di profonda conoscenza di se stessi, di saggezza, di pazienza, tolleranza, temperanza e compassione.

Un puzzle complesso e affascinante. E, davvero, una meta impossibile da raggiungere, ma un viaggio affascinante da intraprendere.