Home » Comunicazione in pratica » Referente esterno o interno - Esercizio

Referente esterno o interno - Esercizio

Referente esterno o interno - Esercizio - Didattica & Comunicazione

Prosegue lo studio del metaprogramma Referente esterno o interno

Dopo aver esaminato La teoria, abbiamo visto come questo metaprogramma può essere utile nella Relazione con lo studente e, infine, abbiamo avuto la possibilità di determinare con un Test qual è il metaprogramma prevalente per noi. È ora il momento di un esercizio per aumentare la flessibilità.

Razionale dell’esercizio

Ribadisco che non c’è un comportamento migliore, e che generalmente non siamo rigidamente codificabili sempre in una categoria. Tuttavia abbiamo dei comportamenti prevalenti, e talvolta non risultano essere utili, quindi conviene essere disponibili a provare anche un comportamento diverso.

Esercizio

Cerca ora una situazione positiva in cui hai usato palesemente il tuo metaprogramma preferito (referente interno o esterno è indifferente).

  • Che vantaggi hai avuto?
  • Che rischi o problemi hai evitato?

E, per finire, poniti qualche domanda

  • Se per te è preponderante il referente interno
    • Chi ti è vicino, si sente abbastanza considerato?
    • Chi ti fa complimenti sinceri si sente snobbato?
    • Se hai un periodo di crisi, come puoi uscirne?
  • Se per te è preponderante il referente esterno
    • Se le persone che ami hanno dei problemi, chi può aiutarli?
    • E se qualcuno volesse danneggiarti, o è invidioso di te, perché ascoltarlo?
    • A volte, non conviene far valere la propria opinione anche con forza?

Alla prossima puntata!