Home » Scuola e Comunicazione » Scuola: con l’aiuto di Harry Potter

Scuola: con l’aiuto di Harry Potter

Scuola: con l’aiuto di Harry Potter - Didattica & Comunicazione

Qualche suggerimento per migliorare la vita scolastica con l’aiuto di Harry Potter 

La scuola è un luogo santo / dove i bimbi diventano più buoni / e quelli che non sono chiacchieroni / imparano senza faticare tanto 

Anonimo 

Io ho imparato questa filastrocca il 1° ottobre 1964: era il mio primo giorno di scuola. Oggi, ovviamente, fa sorridere e sarebbe anacronistica.  

Tuttavia contiene un concetto importante: la scuola è un luogo ben definito e protetto, che ha una specifica funzione e che richiede precise regole e comportamenti.  

Definire, comprendere e proteggere il luogo è fondamentale: se amiamo casa nostra e la consideriamo un rifugio sicuro andare a casa non significa solo entrare da una certa porta in un determinato indirizzo, ma mette in moto una serie di pensieri e stati d’animo positivi e rassicuranti. La scuola, analogamente, è un luogo fisico, ma deve essere anche un luogo dello spirito.  

Questo è uno degli elementi su cui Harry Potter può venirci in aiuto. Confido che abbiate visto i film e letto i libri della saga di Harry Potter: sono il miglior supporto educativo che si possa avere oggi per infondere alcuni principi nei giovani studenti.  

Globalmente i libri della saga di Harry Potter hanno venduto oltre 500 milioni di copie: ci vuole poco per ipotizzare che siano stati letti da almeno il 20% della popolazione mondiale! Poi c’è il successo dei film: globalmente hanno incassato 8 miliardi di dollari al botteghino, a cui ci sono da aggiungere i passaggi in TV. Insomma, un successo planetario senza paragoni. Ovviamente sono state fatte molte dotte analisi sui perché del successo: Harry Potter è stata una manna dal cielo per scrittori, sociologi, psicologi … Nessuno può prendere una serie di fattori di successo, metterli insieme, e ottenere davvero il successo: è più probabile che una cosa costruita a tavolino risulti fredda e sgradita. Però, a posteriori, e ringraziando l’autrice per la sua fantasia e la sua capacità di trasmettere emozioni, possiamo dire che la saga di Harry Potter contiene davvero tutti gli elementi necessari a coinvolgere il pubblico:  

  • è abbastanza fantastico da liberarci da pregiudizi e catene invisibili (quello che Mafalda chiama adultità), e abbastanza realistico da trasportarci nel mondo del libro e coinvolgerci 
  • contiene tutti gli elementi del Viaggio dell’eroe (e per questo Harry Potter ci terrà compagnia anche nel capitolo dedicato alla gestione delle esperienze) 
  • contiene una serie di valori universali, come l’amicizia, la libertà, la lotta tra il bene e il male … 
  • contiene incantesimi utili, ed è questo l’argomento principale del prossimo articolo